La Luce del Museo

Quando, nel corso del 700, il museo diventa un’istituzione pubblica, emerge l’esigenza di mostrare i beni che vi sono custoditi con la luce adatta per la loro migliore fruizione visiva. Questo libro indaga le ragioni e i modi che orientano l’impiego della luce naturale e artificiale all’interno degli spazi museali. Nel primo capitolo viene analizzato il ruolo della luce naturale nella fase storica originaria di fondazione del museo moderno. Segue la trattazione delle tematiche riguardanti la visione, la percezione visiva (capitolo 2) e la conservazione dei beni (capitolo 3). Nei successivi tre capitoli sono espositi i criteri fondamentali di progetto per l’illuminazione artificiale di opere pittoriche e grafiche, di statue e sculture, oggetti, strumenti e reperti.

Indice: Prefazione dell’autore – Conservare ed esporre – Visione e percezione visiva – La conservazione dei beni – Opere pittoriche e grafiche – Opere scultoree – Oggetti e artefatti.

Maggioli
Santarcangelo di Romagna, 2012